Anthologica Medica Santoriana

Marcello Comel fonda nel 1943, un anno particolarmente tragico (tempo di ominosa disumanità) per la vita degli uomini, l’ente mecenatico INSTITUTUM SANTORIANUM DE HUMANITATE MEDICA, dedicato alla promozione della medicina, nelle sue attività di studio e ricerca, in temperie (secondo quanto da lui scritto) d’alta cultura umanistica, con aderenza alla spiritualità mediterranea della medicina empirica ippocratea e della scienza sperimentale galileiana. Si intitola al contemporaneo e collega di Galileo, Santorio Santorio, iniziatore della medicina sperimentale e promotore (De Statica Medica) della medicina emostatica attuale. Nella volontà del fondatore, lo scopo dell’INSTITUTUM, quindi, è la promozione dell’umanesimo (De Humanis Humane) negli studi medici e l’inserimento armonico delle scienze mediche nella cultura umanistica, operando in modo scevro da eccessi (superfetazioni extra-scientifiche e scientismi tecnologici). Dunque l’intendimento è favorire ogni iniziativa, ogni progresso, ogni compimento nell’àmbito degli studi medici senza alcuna discriminante: in un campo di generale concordia d’intenti, di totale parità di uomini e di idee, entro i confini dell’umanesimo. L’attività dell’INSTITUTUM SANTORIANUM DE HUMANITATE MEDICA, altresì chiamato INSTITUTUM MEDICUM SANTORIANUM, è perseguita favorendo l’esecuzione e la pubblicazione di opere (ricerche, monografie, articoli), indicendo convegni, simposii e panels, offrendo borse di studio o premi. La sede legale dell’Istituto è a Milano, il Rettorato e gli Atenei sono a Pisa. Queste -praticamente alla lettera- le indicazioni e le linee guida operative realizzate da Marcello Comel in tutti i lunghi anni che sono trascorsi dal 1943 alla sua scomparsa. Nel 1945 è iniziata -e continua tuttora- la pubblicazione della rivista Anthologica Medica Santoriana (AMS), dal principio e nel tempo la maggiore e più importante fra le pubblicazioni santoriane. Dapprima dedicata, sostanzialmente, alla dermatologia e medicina esterna, alla dermatologia sperimentale e funzionale, all’idrologia medica e alla medicina ecologica e poi, progressivamente, maggiormente ampliata a ricomprendere -in una prospettiva di ricerca e conoscenza orizzontale- più branche delle scienze mediche, ma sempre con la ricerca del denominatore comune costituito dall’umanesimo. Oggi la Fondazione, erede e depositaria dello spirito di Marcello Comel e del suo INSTITUTUM, desidera mettere a disposizione degli studiosi e di ognuno che vi abbia interesse tutta l’attività editoriale profusa dall’INSTITUTUM in AMS: sono disponibili in rete i numeri pubblicati dal 1996. L’opera di archiviazione elettronica proseguirà nei prossimi mesi fino al suo completamento. L’INSTITUTUM MEDICUM SANTORIANUM ha realizzato altresì un’attività editoriale umanistica (pubblicando, fra l’altro, una monografia su Santorio e la prima edizione del libro di Metrodora) che è ora intento della Fondazione riprendere per il tramite, prossimamente, della pubblicazione di uno specifico Supplemento di AMS dedicato alle lettere ed alle arti (secondo la volontà del Fondatore: Sectio de Litteris et Artibus).