Home2016agosto

Il tema dell’immigrazione, indotta dallo stato di guerra e dalle condizioni economiche in genere di larghe zone critiche del Medio Oriente e dell’Africa, è difficile da analizzare anche perché, da un lato, comporta obiettive complessità di vario tipo mentre, dall’altro, si presta a semplificazioni arbitrarie ed ideologiche. Nella sostanza, cioè alla radice delle cause, i fenomeni migratori

Read More

Scrivevo precedentemente del vezzo di dubbio gusto dei politici di frequentare i luoghi pubblici per farsi comunicare a contatto con il ‘territorio’, alias la gente comune, allo scopo di trasmettere mediaticamente un’immagine di sé come di persona alla mano, attenta ed anzi sollecita nel contatto diretto con tutti gli strati della cittadinanza anche quella normalmente meno considerata se non, ciclicamente, in prossimità delle elezioni. Pochi giorni addietro un noto politico

Read More

Di recente la cronaca ha riferito il caso di una bambina autistica esclusa da una gita di classe organizzata dalla sua scuola per via di una serie di messaggi dei compagni che dichiaravano di non volerla avere con sé in stanza. La gita è poi stata annullata ed è intervenuta anche il ministro della Pubblica Istruzione Stefania Giannini. È utile ricordare che nel 1977, l’allora ministro dell’Istruzione Franca Falcucci portò alla promulgazione di una legge che aboliva le classi differenziali e le scuole speciali per favorire

Read More

Oramai a poche settimane dalle amministrative aumentano verosimilmente le perplessità di molti cittadini circa la funzione del sindaco, considerando le campagne o non campagne elettorali in corso, o, per meglio dire, circa cosa realmente pensino i candidati in rapporto al proprio eventuale ruolo se eletti. Non si parla tanto dei famosi programmi i quali appaiono superati dal fatto non solo di essere stati, nelle cronache passate, ricettacoli di bugie tali e tante da togliere confidenza

Read More

L’università di Nottingham e la Yale University hanno pubblicato su Nature (n. 531, del 24 marzo 2016) uno studio, di cui ha parlato anche la stampa italiana (Corsera), sull’intrinseca onestà degli individui e la prevalenza della violazione delle regole che attraversa i corpi sociali. Più in particolare lo studio rileva che sebbene le società moderne abbiano realizzato appositi presidi o istituzioni per il controllo dei processi fraudolenti o corruttivi nondimeno residuano molte situazioni ove soltanto l’intrinseca onestà tiene lontane

Read More