HomeArticles Posted by Elena Greggia
Elena Greggia / Author

mail1@mail.it

Sfogarci, lamentarci, arrabbiarci. Raccontare i nostri travagli. Indulgere nella scontentezza. Nella irritazione. Ciascuno è attraversato da stati d'animo non utili: avversione, avidità, paura, sfiducia, tristezza. Cosa accade quando li esprimiamo con parole? Cosa, invece, quando con atto del cuore decidiamo di lasciarli da parte

L'ansia è un sentimento umano oggi sempre più diffuso. Il mondo incalza e dice alla mente: "Ora cosa devo fare?" O perfino: "Ho mille cose da fare!". E corriamo e corriamo, senza avere mai senso di sosta. Senza giungere al fondo. Anche malattie fisiche (tachicardie, sbalzi di pressione, confusione mentale) possono essere originate dall’ansia. Utili al riguardo

Recita un detto: “Ogni mattina un leone si sveglia e inizia a correre per inseguire una gazzella. Ogni mattina una gazzella si sveglia e inizia a correre per essere più veloce del leone. Non importa che tu sia leone o gazzella, ogni mattina quando ti svegli inizia a correre”. È vero? È questo che ci serve? Correre? O forse non è il correre che conta ma a volte anche il sapersi fermare?

La Fondazione Comel, che ha fra i propri scopi la coltivazione dell’umanesimo in prospettiva del benessere nelle sue varie forme, ha già organizzato nel corso dell’anno, un training di meditazione che è stato accolto con interesse e attenzione. Considerato il successo ottenuto dall’iniziativa sta ora programmandone una ripresa, nei prossimi mesi, che consisterà in un training di

(continuazione dell’articolo pubblicato sullo scorso n. 116)   Proviamo insieme? Innanzitutto, iniziamo dal comprendere cosa rende più leggero lo spazio domestico. Il principio è: non solo oggetti… ma spazio attorno a essi. • Organizzate gli spazi nella maniera più semplice possibile. • Orientate la mente a fare della casa uno spazio che vi procuri una sensazione di pulizia e leggerezza. • Usate l'estetica come criterio.• Sistemate in un modo che vi renda felici. La felicità nasce dallo sguardo: così, vi piace? • Rallegrate il vostro cuore. E rallegratelo con la sobrietà. • Sperimentate: non solo aggiungendo, ma togliendo. E compiacetevi dei risultati. • Ricordate che lo sguardo riposa

A settembre tradizionalmente riprendono le attività. Anche per chi non ha avuto trasferte vi è comunque un senso di ripartenza che in qualche modo imprimerà il nuovo anno. Possiamo accostare questo momento con alcuni gesti che ci aiutano a creare spazio e agio nella mente. Ripartire: con una mente forte. Viviamo in un mondo saturo di stimoli. La nostra mente ne viene continuamente catturata. Vorrei, vorrei, vorrei