Dialogando N° 136

I titoli in prima pagina (del maggior quotidiano italiano) da domenica 12 maggio a martedì 21 maggio: Ora Palazzo Chigi teme la crisi, Governo alla resa dei conti; Scritte e proteste. Di Maio e Salvini: troppa tensione; Salvini ai 5Stelle: andiamo avanti, ma basta attacchi; Di Maio alla Lega: basta estremismo e modi da casta; Il governo litiga sugli arresti; L’ora delle offese tra gli alleati; Salvini, prova di forza in piazza; Migranti, scontro Salvini-pm. E ancor precedentemente, di sfuggita e risalendo nel tempo: Siri via, la Lega non rompe (9 maggio); La prova di forza sul caso Siri. Duello Lega-Conte (7 maggio); Il governo nel caos, insulti fra gli alleati: Salvini: tappatevi la bocca … Leggi

Sono disponibili sulla piattaforma FAD di ECM Campus i due nuovi corsi a cura della Fondazione Comel sui sintomi delle basse vie urinarie maschili e femminili (LUTS).

L’approfondimento

Kwan Yin, colui che ascolta i suoni del mondo – Quanto spesso rimaniamo travolti dai nostri pensieri o emozioni facendone una valanga? Quanto spesso ci lasciamo affascinare da un film che non ha valore o rimaniamo incollati davanti a uno schermo solo per la pigrizia di spegnerlo? Possiamo porre attenzione…

Apocrifa

Gott mit uns – Cercare di avere l’Altissimo dalla propria parte, in politica (e non solo), è un vizietto vecchio come il mondo nonostante nell’Antico Testamento (Esodo e Deuteronomio) il Decalogo metta ben in guardia dal pronunciare invano il nome del Signore Dio e nonostante, nel Nuovo…

MEMENTO

Joie. La mère des ieux et de ris; on ne doit pas parler de ses filles.
(G. Flaubert, Dictionnaire des idées recues)

IL PAESE DEI CAMPANELLI
E’ stato stimato che le riunioni del Consiglio dei ministri durino mediamente meno di un’ora ciascuno, nonostante l’Italia sia una repubblica fondata sul lavoro…

RIGOR MORTIS

Chi mai risponderà like a due che si fracassano correndo a oltre duecento all’ora mettendo a rischio la vita altrui?

Dal mondo sanitario

A scuola a piedi o in bici
Dall’inizio Secondo una ricerca dell’Università di Cambridge, pubblicata su BMC Public Health, recarsi a scuola a piedi o in bici, piuttosto che motorizzati, fa bene ai bambini poiché contribuisce infatti a ridurre il rischio di sovrappeso e obesità. I ricercatori hanno valutato l’effetto dell’attività fisica sui livelli di sovrappeso e obesità infantile e messo in relazione due dei principali tipi di movimento al di fuori di quello praticato a scuola: spostamenti giornalieri per andare nel proprio edificio scolastico e sport. I ricercatori hanno preso in esame i dati relativi a 2171 bambini, tra i cinque e gli undici anni, provenienti da tutta Londra. Invece di usare l’indice di massa corporea come misura…Leggi