HomePubblicazioniMedicina e altro

Medicina e Altro

Anni or sono, su di un silente altopiano fra verdi monti a nord di Sana’a, nello Yemen del Nord, fotografavo dall’alto una valle: su di una balza sottostante, cinto da muri a secco, un campo irregolare che un uomo lavorava lentamente affondando nella terra polverosa l’aratro tirato da un cavallo. Più in basso ancora, sul fondo che era come un grande catino di erba, poche case in pietra e fango

Sfogarci, lamentarci, arrabbiarci. Raccontare i nostri travagli. Indulgere nella scontentezza. Nella irritazione. Ciascuno è attraversato da stati d'animo non utili: avversione, avidità, paura, sfiducia, tristezza. Cosa accade quando li esprimiamo con parole? Cosa, invece, quando con atto del cuore decidiamo di lasciarli da parte

Da notizie di stampa si apprende che nel centro della capitale, davanti all’arco di Giano, sia rimasta per oltre un mese (ignoro se poi l’abbiano levata o sia ancora in loco) sul suolo pubblico la statua a grandezza naturale di un rinoceronte utilizzato per

Ambedue, sia ragion di stato sia di denaro, come ovunque e sempre in ogni famiglia della buona e meno buona società internazionale, ma per il nostro Paese si aggiunge anche, e nuoce, il discredito e l’irrilevanza in genere circa il ruolo e la (in)credibilità politica che governi di ogni colore