DIALOGANDO – Medicina e altro a cura della Fondazione

La Newsletter della Fondazione, con pubblicazione quindicinale, trae il suo titolo da uno fra gli scopi dell’ente che è la libera comunicazione del pensiero: un dialogo ideale, quindi, che si occupa di medicina e altro.

Essa è inviata a semplice domanda e riceve contributi, a vario titolo, da chi desidera partecipare.

Totale articoli: 120

Intorno a Gesù sono stati scritti e continuano a scriversi numerosi libri poiché c’è chi nell’Evangelo trova qualcosa di grande e chi, viceversa, non ci trova niente: le motivazioni degli uni e degli altri sono reciprocamente indifferenti dato che risiedono su piani della realtà (per quella che può essere la realtà disponibile all’uomo) tanto diversi da non essere in grado né di comunicare né di influenzarsi: esse dipendono sostanzialmente dalle condizioni soggettive

Due partiti i quali, diversi in tutto salvo che nella pratica demagogica (appannaggio non solo loro, invero), a lungo se ne sono fatte e dette di ogni colore sono stati costretti a mettersi insieme -contro natura (se c’è una natura in politica) - per l’unica strada utile a giungere al potere. Dopo una vociante campagna elettorale nella quale

Nel consueto costume di usare le parole in modo confuso, se non a caso, il governo bicefalo del cambiamento - che quanto a discontinuità è avaro assai, se non nella approssimazione, ma certo è ben tradizionale nell’occupare i posti a tavola e a tavolino - non chiarisce la prospettiva dello scenario di ordine economico, neanche a breve termine, che ha in mente o nelle varie menti. Ciascuna delle due teste, che non sempre appaiono coordinate neanche con se stesse, si esprime, per esempio sulle grandi opere, in modo indipendente non solo dai processi produttivi in corso

Lancet Diabetes and Endocrinology pubblica uno studio della London School of Hygiene la cui ricerca ha coinvolto oltre 3,6 milioni di persone in Gran Bretagna. Dall’analisi delle loro cartelle cliniche elettroniche, come compilate dai medici di base, anche considerati altri pericoli come il fumo o patologie già in essere, risulta che per i soggetti obesi (con indice di massa corporea -Bmi- superiore a 30 vs il normale di 21/25), l’aspettativa di vita è inferiore di

Il rapporto Air quality in Europe 2018 dell’Agenzia europea dell’ambiente (AEA) segnale che il 95-98% delle persone che vivono nelle città della Unione sono esposte a livelli di ozono superiori ai livelli indicati nelle linee guida della World Heath Organization (WHO). Secondo l’AEA il trasporto su strada è una delle fonti di inquinamento atmosferico in Europa, in particolare di sostanze nocive quali il biossido di azoto e il